Brooklyn tra i protagonisti della notte degli Oscar

banner-brooklyn-Brooklyn_Film_844x476

“Home sickness is like most sicknesses. It will pass.”

New York è sempre stata un simbolo per gli immigrati, la meta verso una nuova vita. È così anche per Eilis, la giovane protagonista di Brooklyn.
Saoirse Ronan interpreta Eilis, che da un piccolo villaggio dell’Irlanda arriva a New York, nel quartiere di Brooklyn appunto, in cerca di un futuro migliore. Ambientato negli anni ‘50, il film racconta di un viaggio che non è solo spaziale, ma anche verso l’età adulta.

Il film è pieno di sentimento, e tutti coloro che hanno lasciato il proprio paese per trasferirsi in un altro si possono facilmente immedesimare nelle gioie e preoccupazioni della giovane Eilis.
L’America è lontana dall’Europa già ora, ma negli anni ‘50 era un mondo completamente diverso: i telefoni erano rari e il miglior mezzo di comunicazione che Eilis ha con la sorella rimasta in Irlanda sono le lettere (che impiegavano settimane ad arrivare). Per la prima parte del film, Eilis è innondata di malinconia: vive in un paese straniero, sola e lontana dalla famiglia che potrebbe non rivedere più. Ma piano piano inizia a sentire che Brooklyn sta diventando la sua casa e può iniziare la sua nuova vita.

Il film è stato acclamato dalla critica, guadagnandosi un bel 98% al pomodorometro di Rotten Tomato, il sito che raccoglie le recensioni di critici cinematografici e appassionati di film da tutto il mondo.

Brooklyn racconta molto bene anche la città di New York, e la sua enormità che colpisce chi arriva da un paesino e la visita la prima volta. Vivere a Brooklyn è per Eilis un’esperienza che la mette a contatto con un mondo diverso e cosmopolita, ma rimanendo sempre in contatto con una dimensione comunitaria, grazie al prete che l’aiuta a trovare lavoro Padre Flood (Jim Broadbent) e alla piccola comunità della casa in cui vive, con la signora Kehoe (Julie Walters).

Brooklyn è tratto dall’omonimo romanzo di Colm Tóibín e adattato per il cinema da Nick Hornby.

Il film ha ricevuto una candidatura ia Golden Globes per Saoirse Ronan come miglior attrice in un film drammatico.

Inoltre questa settimana sono state annunciate le candidature agli Oscar, e Brooklyn compare in ben tre categorie: Miglior film, di nuovo la Ronan come miglior attrice protagonista e miglior sceneggiatura non originale per Nick Hornby.